Star Wars: Anacreon – 4ª sessione

Nelle puntate precedenti: 1ª sessione 2ª sessione 3ª sessione
Il nostro tavolo

mandalorian

Le cose non si mettono bene per Sydalan e Jocah. Il capo dei ribelli di Anacreon, Syrena Tarmin, ha chiesto loro una prova di fiducia: alcuni ribelli si trovano nelle celle dei Mandaloriani e devono essere salvati al più presto.

Assalto alla prigione

Jocah, dopo essersi equipaggiato – grazie a Malando – di un fucile blaster e di granate elettriche depotenziate, dispone dell’aspetto Ben armato. Il piano ideato da Sydalan è semplice: mentre il contrabbandiere farà più baccano possibile per distogliere l’attenzione delle guardie all’ingresso della caserma, la Jedi si infiltrerà e libererà i prigionieri. Ma la natura vendicativa di Jocah non jocherà (permettetemi il gioco di parole) a favore di un’azione diversiva senza spargimento di sangue.

mandalorian2
SOLDATI MANDALORIANI
Aspetto: Addestramento mandaloriano
Abilità: Blaster +2, Fisico +1

Dopo aver fallito nel creare il vantaggio Posizione elevata per il mio Jocah (e averlo in un certo qual modo “regalato” a uno dei miei avversari, che adesso si ritrova in cima a una torretta con un cannone blaster a disposizione), non mi resta che piazzarmi in posizione di tiro e – a un cenno di Sydalan – sganciare una granata tra i piedi delle due guardie all’ingresso. L’azione riesce e le due guardie si ritrovano addosso l’aspetto Stordite. Jocah può ritenersi soddisfatto ma non c’è tempo, bisogna mettersi al riparo dalla guardia sulla torretta. Quale riparo migliore dell’angolo cieco alla base della torretta?

Sydalan intanto si fa strada nella caserma e, dopo aver neutralizzato un paio di soldati mandaloriani, fa ricorso alla Forza (tramite l’abilità Percezione) per individuare la stanza dove vengono tenuti i prigionieri. Giunta dinnanzi alla porta, Luca (il nostro GM) comunica a Daniele che la porta è sbarrata e serve un codice numerico per aprirla. Poco male. La Jedi Sydalan sfodera la spada laser e si apre letteralmente la strada fendendo la porta come fosse fatta di burro. I carcerati la accolgono speranzosi e le comunicano che il generatore di corrente che alimenta le sbarre delle celle si trova dall’altro lato del corridoio. Sydalan, dopo essersi assicurata che tra i detenuti vi sono i ribelli da salvare, decide di recarsi nella sala del generatore di corrente.

Fuori, intanto, Jocah si trova a fronteggiare due soldati mandaloriani che stanno caricando in velocità. Non ci pensa due volte, imbraccia il fucile blaster e – sfruttando l’aspetto Jocah spara sempre per primo e ottenendo un successo con stile – fulmina uno dei due con una potentissima blasterata. Il secondo non si perde d’animo, sfila una lama dalla cintura e si avventa su Jocah, costringendolo a uscire allo scoperto. È un conflitto a tutti gli effetti; Jocah riesce a parare il colpo con il calcio del fucile (sfruttando il concetto base Cathar, ossia agilità e destrezza derivanti dalle caratteristiche della razza) ma, prima ancora di poter effettuare un contrattacco, il soldato sulla torretta (avvantaggiato dalla posizione sopraelevata) fa fuoco con il cannone blaster e lo colpisce di striscio, riuscendo comunque a farlo indietreggiare di un po’. Jocah è a terra e intanto metto una X sulla casella da 2 di stress fisico. Non c’è tempo da perdere, però. Bisogna eliminare il mandaloriano con la spada e poi buttarsi nuovamente nell’angolo cieco. Jocah riesce con stile, fulmina l’ultimo mandaloriano e si getta di nuovo al riparo. Doveva essere un’azione diversiva ma il temperamento del contrabbandiere l’ha trasformata in una semi-carneficina.

dovrin_cathar
Jocah è messo alle strette!

Dentro la prigione, Sydalan è alle prese con i mandaloriani all’interno della sala del generatore. Si avvicinano in due per bloccarla, ma un rapido movimento con la spada laser permette a Sydalan di metterli fuori uso entrambi nel giro di due secondi (sì, in effetti abbiamo avuto molta fortuna con i dadi e soprattutto i Soldati Mandaloriani vanno un po’ rivisti per renderli più forti e resistenti). Rimane solo un mandaloriano nella sala. Sydalan punta al generatore ma il soldato lancia una granata. Daniele pensa bene di utilizzare la Forza per rispedire la granata al mittente e lo fa utilizzando l’abilità Volontà. È ancora un successo e il povero soldato viene disarmato e scaraventato sul generatore provocando un sovraccarico. Sydalan si avvicina e vede il mandaloriano ancora vivo contorcersi in preda alle scosse elettriche del generatore. Potrebbe salvarlo. Luca decide di svelare l’asso nella manica e tenta l’aspetto di Sydalan, Tormentata dal Lato Oscuro. Prendere la vita di un nemico ormai indifeso è una trasgressione del Codice Jedi e conduce verso il Lato Oscuro della Forza. Trascorrono alcuni secondi di silenzio (io non faccio altro che ripetere nella mia testa “accetta, accetta, accetta”) e Daniele decide di accettare il Punto Fato; cambia dunque uno dei suoi aspetti (di solito si cambia l’aspetto che più a che vedere con la trasgressione appena effettuata) aggiungendo …ma a volte non ci riesco a Cerco sempre di fare la cosa giusta.

Panem, uomo di Syrena
Panem, uomo di Syrena

Poi Sydalan entra nella stanza dei detenuti, li libera, fa conoscenza con uno dei ribelli (tale Panem) e poi arringa gli uomini per tentare di unirli alla causa dei Ribelli. Vi riesce con stile e ottiene di poter attaccare ai prigionieri l’aspetto Reclutati sul campo con ben due invocazioni gratuite.

Tornati da Syrena, Jocah e Sydalan predispongono un piano per attaccare la miniera abbandonata dove si nasconde il quartier generale di Drall Balor, il capo dei Mandaloriani. Syrena è un po’ titubante ma la Jedi Sydalan fa leva sull’orgoglio e sulla speranza dei Ribelli affermando che l’unica soluzione è un attacco risoluto e deciso. Tagliati fuori dalle comunicazioni con la Repubblica e isolati su un pianeta con una forte concentrazione militare, i Ribelli possono contare solo su una Jedi ex cacciatrice di taglie e un contrabbandiere ricercato in quasi tutti gli angoli della Galassia.

Annunci

5 thoughts on “Star Wars: Anacreon – 4ª sessione

Add yours

  1. Ma la natura vendicativa di Jocah non jocherà (permettetemi il gioco di parole) a favore di un’azione diversiva senza spargimento di sangue.

    Quando ho letto questa mi sono immaginato una squadra di pestatori che usciva dalle pareti per impartirti la giusta punizione! ;-P

    Per il resto, rileggendo il tutto credo di aver beccato tre imprecisioni. Magari ti scrivo domani quali sono, siccome adesso è un po’ tardino.

    1. Allora, queste sono le imprecisioni che mi sento di correggere:

      Quando Jocah fa scoppiare il putiferio, Sydalan è appostata sul retro, dove c’è una guardia che sorveglia una porta con una serratura a combinazione. La guardia si allontana, richiamata dalla sparatoria sul davanti, e Sydalan entra nella caserma, forzando la serratura con la spada laser;

      Una volta dentro, Sydalan non usa la Forza, ma tira a indovinare la direzione nella quale andare per trovare le celle. La porta della stanza delle celle non ha la serratura; Sydalan, semplicemente, entra e trova una guardia mandaloriana, della quale si libera caricandola a tutta velocità, prima che questa possa reagire (qui Luca ha deciso retroattivamente, solo in un secondo momento, che il generatore si sarebbe trovato dalla parte opposta rispetto alle celle – vedi sotto);

      Dopo che Sydalan parla con i prigionieri, attinge alla Forza (tiro su Percezione) per capire dov’è la fonte di energia più vicina, ossia la stanza del generatore, e Luca stabilisce che è dalla parte opposta alla direzione presa originariamente da Sydalan. La Jedi percepisce anche la presenza di quattro guardie all’interno di quella stanza;

      La scena nella sala del generatore è andata così: Sydalan entra e subito uccide due mandaloriani con una manovra acrobatica; il terzo le spara, ma lei deflette il colpo di blaster e glielo rimanda indietro fulminandolo (è una delle regole addizionali per gli extra con la spada laser); infine, il terzo le lancia una granata stordente, che Sydalan tenta di mandare indietro con la telecinesi. Qui ricordo un pareggio, per cui Sydalan ci prova, ma la granata appena tocca terra esplode (il mandaloriano prende il beneficio Stordita su di lei). Sydalan si alza e scatta verso di lui, lottando in corpo a corpo, senza spada laser; alla fine gli dà una gomitata che lo fa finire contro il reattore, causando il cortocircuito. A quel punto, Sydalan si avvicina al mandaloriano con la spada laser estratta, non si capisce bene se per aiutarlo o cosa, ma Luca mi tenta l’aspetto Tormentata dal Lato Oscuro e la situazione evolve come descritto nell’articolo sopra.

      1. Hai perfettamente ragione. Adesso ricordo tutto. Come ti dicevo ieri, il fatto stesso di essere rimasti nella stessa location per tutta la sessione (e ci stava, eccome se ci stava) non mi ha permesso di ricostruire tutti i dettagli a distanza di una settimana.
        Ma ieri ho preso appunti! 😀

      2. Figurati! È molto difficile ricordarsi tutto e spesso ci perdiamo dei dettagli tutto sommato secondari.

        P.S. La cosa divertente è che avevo messo un elenco numerato nel mio commento di sopra, per rendere più chiara la lettura, ma vedo che WordPress se ne frega bellamente di alcuni tag HTML.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: