Amidral

yuri-shwedoff-eye2-twst
© Yuri Shwedoff

“Credo si sia svegliata” fu la prima cosa che udì Amidral dopo un lungo e innaturale sonno. Aprì gli occhi e non trovò che buio attorno a sé, poi lentamente quelle che sembravano pareti vicinissime iniziarono a sbiadire e, da quel nero pece che erano, diventarono color cenere. Così Amidral riuscì a intuire qualche forma e contemporaneamente cominciò a sentire il terreno oscillare sotto di sé; sembrava quasi di essere a cavallo ma il passo era più lento e stanco, anche se costante.

Si trovava in una sorta di gabbia dalle pareti traslucenti, trasportata da un grosso rinoceronte meccanico. L’animale aveva un codice impresso sulla coscia posteriore destra, composto da numeri e lettere in alfabeto cirillico. Amidral si appoggiò alla parete anteriore della gabbia e guardò oltre il rinoceronte. A poca distanza da quest’ultimo, alcuni soldati siberiani a cavallo di robot — simili in tutto e per tutto a equini — scortavano il convoglio. Più avanti, lungo il fronte della taiga, centinaia di migliaia di tende militari occupavano una grossa depressione del terreno.

“E così ti sei fatta prendere…” Le sembrava quasi di sentire la voce del suo vecchio addestratore, dichiarato disperso da mesi. “La piccola sciamana della steppa ha fatto un passo falso.” Forse era lui, o forse no. Amidral si voltò. A parlare era un uomo avvolto in una tonaca nera, rinchiuso in una gabbia uguale a quella dove si trovava lei e trasportata da un altro convoglio a qualche metro di distanza sulla destra.

La ragazza non riuscì a vedere il volto dell’uomo, tentò di aguzzare la vista ma la parete sembrò scurirsi di nuovo. Allora Amidral frugò nelle tasche della giacca a vento ma fu inutile: non vi era traccia della stardust. Sono fottuta, pensò.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: